TRASPARENZA

ONESTA'

COERENZA

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

October 12, 2017

in molteplici argomenti trattati nelle Commissione Consiliari e nei vari discorsi della cittadinanza vengono richiamati spesso i compiti e le mansioni proprie degli Agenti della Polizia Municipale di Quartu Sant'Elena.

Ne elenco solo alcuni:
SICUREZZA STRADALE, CONTROLLO AMBIENTALE, CONTROLLO EDILIZIO, CONTROLLO DELLE ATTIVITA' COMMERCIALI, FUNZIONI DI POLIZIA GIUDIZIARIA, PROTEZIONE CIVILE, etc.

E' giusto far rispettare le leggi e le regole, i cittadini pretendono la sicurezza nelle strade ed il controllo nel territorio, la protezione ed il soccorso in caso di calamità, ma se ci si addentra nelle problematiche di tutti i giorni di questi lavoratori, ci si meraviglia di come, nonostante le forti criticità e le condizioni in cui versano attrezzature e dispositivi vari, riescano a svolgere il proprio lavoro con professionalità e dedizione.

 

Il Movimento 5 Stelle presenta un interpellanza per evidenziare le problematiche del comparto della Polizia Municipale, riprendendo le richieste e le segnalazioni che i sindacati di categoria hanno inoltrato negli anni alle amministrazioni, e per proporre un dibattito all'interno dell'aula consiliare da cui scaturiscano azioni concrete per il potenziamento del comparto e per rendere l'operatività e la qualità del lavoro di un livello accettabile.


---------------------------------------------------------------------------------

Gruppo M5Stelle – Consiglio Comunale di Quartu Sant’Elena
Oggetto : Interpellanza sul corpo di Polizia Municipale

VISTI
la Legge 7.3.1986, n. 65 - Legge quadro sull’ordinamento della Polizia Municipale;
il D.M. n°145 del 04/03/1987 e s.m. - Norme concernenti l'armamento degli appartenenti alla polizia municipale ai quali è conferita la qualità di agente di pubblica sicurezza;
il D.L. N°30/04/1992 e s.m. – nuovo Codice della strada;
la Legge Regionale RAS n°9, 22/08/2007 - Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza.
la D.C.C. N°151/1996;
la D.C.C. N°40/1997 - Regolamento del corpo di Polizia Municipale;
la D.G. N°145 12/05/2000 – var.D.G. N°1008 del 14/11/1997 - Vestiario personale polizia municipale, descrizione capi di abbigliamento, quantità, durata;
La D.G. n°483 del 15/11/2000;
la D.G. N°592 29/12/2000 – Vestiario personale Polizia Municipale – modifica scadenza capi di abbigliamento triennio 2000/2001/2002;
la D.G. n°217 del 24/12/2009 – Regolamenti ed organizzazione del corpo di polizia municipale in materia di orario e di armamento;
la D.G. N°98 16/06/2011 istituzione del servizio di pronta reperibilità per gli ufficiali del corpo di polizia municipale;
la D.C.C. n°1 e 2/2012 – Piano di Protezione Civile;
la Relazione della Tecnolav Engineering prot. n°U/345/17 – attività di RSPP;

CONSIDERATO che gli agenti del corpo di Polizia Municipale svolgono numerosi compiti in ambiti strategici tra i quali: sicurezza stradale, controllo ambientale, controllo edilizio, controllo attività commerciali, funzioni di polizia giudiziaria, protezione civile;

PRESO ATTO che le risorse stanziate in bilancio in questi anni non sono assolutamente sufficienti a far fronte alle necessità del comparto; che le attrezzature informatiche, l'approvvigionamento del vestiario e dei dispositivi personali, gli automezzi e la formazione del personale non sono al passo con gli standard qualitativi e funzionali per svolgere al meglio la professione; che l'edificio ospitante il comando operativo necessità di molteplici interventi, alcuni dei quali ritenuti dal RSPP a priorità elevata;

RITENUTO essenziale ed indispensabile porre l'attenzione su un comparto di fondamentale importanza per la sicurezza dei cittadini e per il rispetto della legalità ;

SI INTERPELLA

Il Sindaco e la Giunta per conoscere :
- se e come è stato programmato l'approvvigionamento del vestiario;
- se i dispositivi personali in dotazione sono sufficienti ad ottemperare agli svariati interventi richiesti;
- se gli automezzi sono sufficienti a garantire il servizio sul territorio;
- la tipologia di contratto di manutenzione degli automezzi;
- di quale tipo di armamento sono dotati gli agenti e quali aggiornamenti svolgano per l'uso di tali armi;
- se vengono effettuati corsi di aggiornamento formativo in ambito amministrativo e di autodifesa;
- se la dotazione hardware e software è ritenuta qualitativamente e tecnologicamente sufficiente;
- se le misure di sicurezza dell'edificio del comando operativo siano adeguate (telecamere, portoni, etc.);
- se si sono adottate tutte le misure atte a rendere gli uffici del comando operativo un luogo sicuro e salubre per il personale
- se è stato attivato l'istituto della reperibilità così come previsto dall'art.23 del CCNL del 14/09/2000;

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche:

UN ALTRO PASSO DI SOLI 500 METRI

December 9, 2019

UNA STRADA SENZA RITORNO

December 4, 2019

1/15
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now